Antifurto

Impianto antifurto per esterno comandato con telefono

ANTIFURTO

Il funzionamento di un antifurto consiste in un dispositivo che capta il movimento di un intruso che si è introdotto nel nostro giardino o balcone o addirittura nella stanza, ed invia un impulso alla centrale che fa scattare la sirena (sia interna che esterna) inviando al contempo una chiamata telefonica al proprietario. Questo a grandi linee il funzionamento. Il dispositivo che rileva la presenza dell’intruso è ovviamente il sensore o rilevatore volumetrico. Ci sono anche altri componenti che fanno da “sentinella” , sono i sensori d’urto, contatti magnetici e barriere perimetrali, nonché’ rilevatori perimetrali esterni.

Per una giusta scelta dell’antifurto casa, è basilare partire da alcune indicazioni che determineranno l’utilizzo e, di conseguenza, il tipo di antifurto da prendere in considerazione. Dobbiamo quindi tenere presente aspetti quali le dimensioni dell’abitazione, quante siano le stanze della casa ed i punti di accesso. Inoltre va considerata la presenza o meno di animali domestici.

Il miglior modo per proteggere la propria casa da furti e tentativi di intrusione è sicuramente rappresentato dall’ installazione di un antifurto wireless o filare.  Con l’aiuto di tecnici installatori professionali sarete in grado di proteggere un’abitazione, villa, negozio, magazzino o ufficio.

Contattateci per un sopralluogo gratuito e potervi illustrare la nostra miglior soluzione per le vostre esigenze.

Foto con scritto contact us

Antifurto  Wireless

L’antifurto wireless opera tramite collegamenti senza filo e i vari elementi comunicano via radio. I modelli con sistemi antijamming assicurano che il segnale non venga disperso o sopraffatto. La doppia frequenza garantisce il funzionamento dell’allarme anche in caso di blackout o manomissione dell’impianto elettrico essendo alimentati in caso di necessità da batterie ricaricabili a lunga durata.

Antifurto  filare

Gli antifurti di tipo filare, ovvero provvisti di cavi, garantiscono una resa costante nel tempo. Infatti alla centrale, cuore di tutto il sistema, fanno capo tutti i dispositivi dell’impianto collegati con cavo multipolare.  

Garantiscono una sicurezza elevata, è bene sottolineare che i rivelatori e le centrali di ultima generazione sono, nella maggior parte dei casi, immuni dalle tecniche di taglio attuate dai malviventi, soprattutto se provviste di connessioni a doppio od a triplo bilanciamento.

Antifurto filare GSM

I sistemi di antifurto filare GSMemettono una segnalazione alle forze dell’ordine e/o ad i propri numeri telefonici, in automatico qualora si verificasse un tentativo di manipolazione o forzatura dell’impianto.

La centralina è il cervello pensante che comunica con l’esterno tramite un combinatore telefonico appoggiato alla rete mobile GSM. Alla centrale si collegano i sensori che possiamo dividere per comodità in:

  • sensori interni
  • sensori perimetrali esterni
  • contatti magnetici per porte e finestre

 

I sensori rappresentano invece il braccio armato dell’ impianto di allarme. Rilevano il movimento grazie ai raggi infrarossi, quando si tratta di sensori Pir, e grazie alle microonde quando si tratta di sensori MW. I doppia o tripla tecnologia utilizzano infrarossi in maniera congiunta alle microonde.

Antifurto con sistema misto

Questo sistema di antifurto prevede l’utilizzo di una centralina a filo all’interno delle mura della casa, mentre i sensori wireless sono utilizzati per l’esterno senza dover stravolgere la struttura e quindi senza l’intervento di opere murarie.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!